Un'opera lunga 307 metri, fatta con 17 mila piastrelle in grès porcellanato precedentemente dipinte e cotte a terzo fuoco è l’ultima opera dello street artist Daniele Nicolosi, in arte Bros, che, in collaborazione con il Comune di Milano, dà un nuovo volto al muro contenitivo di oltre 300 metri in via Principe Eugenio. Il risultato visivo è una “lama” blu scura con un segno giallo. Il pubblico, per leggere la scritta, dovrà percorrere il muro in tutta la sua lunghezza. Nuovo linguaggio, la passeggiata nasce dall'esigenza di abbattere il confine che divide la città dallo spazio destinato alla via ferrata.

A work 307 meters long, made of 17,000 tiles in previously painted stoneware porcelained and fired at third firing is the last work of the street artist Daniele Nicolosi, aka Bros, which, in collaboration with the Municipality of Milan, gives a new face at the restraining wall of over 300 meters at via Principe Eugenio. The visual result is a "blade" dark blue with a yellow sign. The public, for reading the written, will have to cover the wall in its entire length. New language, the walk is born from the need to break down the boundary that divides the city from the space destined to the ironed street.