La Manifattura Herend, uno dei maggiori centri di produzione della porcellana in Europa, espone il vasellame storico e artistico nella sede del MIDeC, Museo Internazionale di Design e Ceramica al piano nobile di Palazzo Perabò dal 1 luglio al 2 settembre 2012 in un mostra dal titolo “Herend manifattura di porcellana 1826”.

Manifattura Herend prende il nome dall’omonimo paesino in Ungheria, sede della piccola bottega creata nel 1826 da Vince Stingl. Il paese, allora quasi disabitato, oggi è una città in piena fioritura, che deve tutto “all’oro bianco”, ovvero alla porcellana.
La perseveranza, unita al senso artistico del suo fondatore e dei suoi successori, ha rapidamente permesso alla manifattura di produrre splendidi pezzi di rara perfezione, sia nello stile europeo classico che in quello cinese antico.
Raggiunse importanza a livello internazionale in occasione dell’Esposizione Mondiale di Londra nel 1851, quando la regina Vittoria ordinò un servizio decorato con motivi di farfalle e fiori di tipico gusto cinese, tuttora in produzione. I servizi di Herend trovarono presto posto sulla tavola di un gran numero di famiglie reali in Europa, decori denominati Regina Vittoria, Principe di Galles, Liechtenstein sono la testimonianza di questo periodo di patrocinio reale. La fama mondiale della porcellana di Herend è tuttora viva: oggi i suoi prodotti sono ricercati e venduti in più di 60 paesi al mondo.
In omaggio all’arte ungherese, il MIDeC e la Biblioteca di Laveno Mombello ospiteranno, sempre dal 1 luglio al 2 settembre una rassegna di pittura contemporanea dell’Associazione degli Artisti Ungheresi di Budapest dal titolo “Arte contemporanea ungherese”.

Dove: MIDeC - Museo Internazionale Design Ceramico
via Lungolago Perabò 5, Cerro di Laveno Mombello, VA
Tel +39 0332 625551
Mail: segreteria@midec.org
www.midec.org

parte della mostra di arte contemporanea ungherese è visitabile presso:
VILLA FRUA presso BIBLIOTECA COMUNALE
via Roma 16° Laveno Mombello VA
Tel +39 0332.667403
e-mail: bibliotecalaveno@tin.it