“La fabbrica dei sogni” è il titolo della personale che la Fondazione Museo della Ceramica di Mondovì dedica dal 13 ottobre al 25 novembre 2012 all’artista savonese Giorgio Laveri. L’evento rappresenta il primo di una serie di progetti espositivi sui protagonisti dell’arte italiana del XX e XXI secolo, con particolare interesse verso coloro che hanno usato la ceramica come principale mezzo espressivo.
La mostra propone tra le opere della produzione artistica di Giorgio Laveri, anche l’installazione di ciliegie giganti in ceramica dal titolo “una tira l’altra”, e il suo ultimo film “ho fatto un sogno”, terzo della trilogia sul disagio. Giorgio Laveri infatti è anche un regista cinematografico, attività dalla quale trae ispirazione per le sue opere come i rossetti o i rullini fotografici.
Altra fonte importante di ispirazione sono gli oggetti del vivere quotidiano, penne stilografiche, cavatappi, caffettiere, birilli e temperamatite con forti riferimenti alla pop art. Scrive di lui Riccarco Zelatore:
Le sue opere, attraverso la poesia delle forme e la raffinatezza della tecnica, propendono a sedurre chi guarda. A metà tra illusione e realtà, tra corpo e oggetto, Laveri si avventura nell’arcano di una presenza doppia, misteriosa e ambigua. La sfasatura visiva, attuata attraverso il procedimento dell’ingigantimento e l’elevato piacere della manualità si riconoscono in Laveri, che si impegna costantemente nel trovare un nuovo incantesimo degli oggetti. La sua agilità nel muoversi tra scultura e décor ha reso non convenzionali oggetti ingenui, banali e apparentemente semplici.

Dove: Museo della Ceramica di Mondovì,
Orari di apertura: venerdì e sabato ore 15 – 18, domenica ore 10 - 18
Tel: 0174-330.358
Mail: info@museoceramicamondovi.it
www.museoceramicamondovi.it