La combinazione vincente tra arte e design esposta alla settima edizione del PAD (Pavilion of Art & Design) eleva questo settimo appuntamento e consacra il PAD tra le fiere leader per l'arte, il design e le arti decorative del XX secolo. Allestito nel cuore pulsante dell’elegante quartiere di Mayfair, l’edizione londinese 2013 del PAD ha riunito dal 16 al 20 ottobre 60 gallerie internazionali provenienti principalmente da varie città europee. Particolare l’allestimento di questa fiera. Le gallerie hanno infatti organizzato i loro stand sotto una grande tenso-struttura nella verde Berkeley Square i cui alberi spuntavano dalle fessure lasciate aperte nella struttura. Numerose le opere di artisti ceramisti nei vari stand che, per la loro eleganza, assomigliavano ad appartamenti con sorprendenti combinazioni di diverse opere d’arte che interagivano e vivevano armoniosamente una accanto all’altra. Le prime opere in ceramica che incontriamo sono una coppia di vasi realizzati dall’artista Grayson Perry, vincitore del Turner Prize 2003, esposti nello stand della galleria londinese Offer Waterman & Co. Curioso ricordare che Grayson Perry ha realizzato i suoi primi lavori in ceramica in una evening class nel lontano settembre 1983 dopo le esperienze nel disegno, nel collage, film e performance. La bellezza del suo lavoro si scopre quando ci si avvicina all’opera coperta di disegni, testi scritti a mano, trasferimenti fotografici e ricchi smalti. L’artista utilizza le qualità seducenti della ceramica e di altre forme d'arte per fare commenti furtivi circa le ingiustizie sociali e le ipocrisie, e per esplorare una varietà di temi storici e contemporanei. La coppia di vasi è in vendita a 95 mila sterline. L’artista spiega perché ha realizzato queste due opere. . Questi vasi provengono da una collezione privata e il collezionista li aveva acquistati nella prima mostra che l’artista ha fatto nella galleria di James Birch nel dicembre 1984. La mostra é stata un vero successo e secondo l’artista la ragione va ricercata nel fatto che i collezionisti o gli appassionati in genere hanno acquistato le opere di Grayson Perry come regali di Natale.

Un’esplosione di colore tra le ceramiche esposte nello stand della galleria Adrian Sassoon. Tra gli artisti esposti troviamo le opere ispirate dalle forme della natura dai colori brillanti e vivaci dalle superfici cristalline dell’artista britannica Kate Malone. I prezzi dei suoi lavori oscillano da 1.800 a 5.900 sterline. Micheal Eden è presente con diverse opere tutte molto colorate. L’artista riunisce le tradizionali abilità artigianali della ceramica con la tecnologia digitale, tra cui la stampa 3D, produzione in strati di additivi e materiali ceramici non cotti, ha una “produzione” in edizioni. Un esempio: Large Oval Yellow Bloom, 2013, edizione di 10/12 disponibile in diversi colori ha un prezzo di 5000 sterline. Quasi nascoste dalla policromia che li circondava, troviamo due piccole jar in porcellana dell’artista Edmund de Waal, Two classic lidded jars, 2001-2002 in vendita per 16 mila sterline. Le opere di Elizabeth Fritsch e Pippin Drysdale completano l’offerta della galleria britannica. In particolare, molto elegante l’installazione di dodici vasi realizzata dall’artista australiana Drysdale tra il 2010 e il 2011, Kakadu Wet: Wild Lily in vendita a 45 mila sterline. L’opera Molto delicate le piccole ciotole blue glazed di Alev Ebüzziya Siesbye portate in fiera dalla galleria francese Galerie Silbereis. L’artista, prima di stabilirsi a Parigi, dove vive e lavora, ha frequentato corsi di ceramica a Istanbul, Copenhagen, e Höhr-Grenzhausen. Siesbye viene spesso definita un’artista Minimalista, ma la semplicità del design e la perfezione della proporzione delle sue opere esprimono una qualità senza tempo. I suoi lavori sono esposti in diversi musei tra cui Istanbul Modern e hanno avuto diversi passaggi in asta, tra cui Bowl venduta al Phillips London 'Design in 2011 per 5.708 dollari.

di Maria Adelaide Marchesoni

Foto: Grayson Perry (1960-), Untitled, 1984, ceramica smaltata