Il prossimo 17 dicembre da Phillips de Pury a New York viene dispersa una ricca collezione privata appartenente a Betty Lee e Aaron Stern http://www.phillips.com/auctions/auction/NY050413. 160 il numero complessivo dei lotti che saranno battuti che comprendono oggetti di design come il lotto 40 (Achille Castiglioni e Pier Giacomo Castiglioni, due lampade da tavolo Taccia, 1962 stima compresa tra 4 e 6 mila dollari) . Ma i top lot dell’asta saranno diverse opere in ceramica degli artisti inglesi Lucie Rie e Hans Coper. Della bravissima ceramista britannica, ma austriaca di nascita, sono presenti in asta 34 lotti con una stima di prezzo compresa tra 8 e 40 mila dollari. Il lotto n. 1 per esempio, Large open form bowl (larga ciotola aperta) è un lavoro del 1980 e presenta una stima compresa tra 30 e 40 mila dollari. Stesso range di prezzo per il lotto n. 81, Footed bowl, 1978 una porcellana in smalto verde bottiglia con bordo dorato, con il sigillo dell’artista. L’opera è presente in diverse pubblicazioni tra cui Issey Miyake meets Lucie Rie, catalogo mostra Sogetsu Gallery, Tokyo, 1989, p.116, fig. 91,Lucie Rie, Hans Coper, and their pupils: A selection of contemporary ceramics illustrating their influence, catalolo mostra al Sainsbury Centre for Visual Arts, University of East Anglia, Norwich, 1990 copertina, Lucie Rie: A Retrospective, catalogo mostra The National Museum of Modern Art, Tokyo, 2010, p. 240. Interessanti i lotti 33, 34, 35 e 36 che presentano una serie di quattro vasi. I vasi dei primi due lotti sono in porcellana con smalto luminoso realizzati rispettivamente nel 1980 e nel 1968 e saranno messi in vendita con un stima compresa tra 20 e 30 mila dollari. Le opere presenti nei lotti 35 e 36 sono state realizzate in gres nel 1976 e nel 1974 e presentano una base d’asta rispettivamente pari a 18 e 20 mila dollari e 8 e 12 mila dollari per il lotto 36. Sono 33 i lotti dell’artista Hans Cooper con prezzi che oscillano tra 4 e 70 mila dollari. Il lotto 88 presenta infatti la base d’asta più elevata. E’ un’opera del 1958, Early and large Thistle form e il range di prezzo oscilla tra 50 e 70 mila dollari. In gres, con strati in porcellana bianca e ingobbi su una texture con incisi disegni lineari e l'interno in smalto manganese (45 x 44 x 20 cm), siglato con il sigillo dell'artista. Un’opera simile, ma con un prezzo decisamente inferiore il lotto 99, Early Thistle realizzata nel 1958 ha una base d’asta compresa tra 14 e 18 mila dollari.
Tra le opere di Hans Coper presenti la stima più bassa è per un lavoro del 1959 una serie di cinque vasi, Small "Digswell" in gres e smalto nero, con sigillo dell’artista, presenta una stima compresa tra 4 e 6 mila dollari. Tra le altre proposte in ceramica, interessante il lotto 45, tre opere di Elizabeth Frisch, Still life comprising two Spout pots and a Moon Pocket del 1975, in gres (stima compresa tra 20 e 30 mila dollari). Il lotto 60, una delle opere di Ken Price, Unit 6 from Happy's Curios, 1972-1978, (Ceramica, acrilico, compensato dipinto, legno, vetro, plexiglas e bulbi fluorescenti) ha una stima compresa tra 300 e 400 mila dollari.

Maria Adelaide Marchesoni