PAD - Pavillon of Art and Design è uno degli appuntamenti con l’arte e il design che esprime l’eclettismo al livello più elevato. L’ottava edizione, che si è svolta a Londra dal 15 al 19 ottobre, nella settimana dove sono concentrati gli appuntamenti più cool con il mercato dell’arte, ha proposto tutte le tendenze del design, delle arti decorative, dell’arte moderna, tribale e antica. In questa ottava edizione le gallerie presenti sono state 62, di cui 28 dedicate al design, 11 all'arte moderna, nove all'arte e antichità tribale, circa il doppio rispetto all'anno passato, nove dedicate alle arti decorative, tre ai gioielli e due alla fotografia. All’ingresso i visitatori vengono accolti dall’opera Windy Chair dell’artista britannico-nigeriano Yinka Shonibare nello spazio della galleria Carpenters Workshop Gallery. Il prezzo dell’opera è di 150.000 sterline, edizione di tre. Il pezzo in alluminio sinuoso piegato viene stampato con il disegno del tessuto batik. La scultura realizzata da Shonibare è utilizzabile, ma nessuno ha il coraggio di sedersi. Passaggio tra gli spazi espositivi troviamo, per le arti decorative, Sèvres - Cité de la Céramique, l’istituzione francese (l'unica istituzione ad unirsi al PAD) con opere in ceramica moderna e contemporanea realizzate da Ettore Sottsass e Aldo Bakker. Tra gli altri artisti proposti dalla manifattura di Sèvres - Cité de la Céramique i visitatori del PAD hanno potuto ammirare le opere di Kristin McKirdy, artista che ha partecipato dal 2008 al 2012 a una residenza presso la Cité de la céramique. Le opere dell’artista presentano un range di prezzo compreso tra 13 mila e 20 mila euro con un’edizione limitata di cinque o otto esemplari numerati e firmati. Sul versante delle vendite Sèvres - Cité de la Céramique, ha venduto 3 opere del designer Aldo Bakker tra cui Chalice e Aline B per 2.600 euro cadauna, l’opera Boudoir dell’artista Kristin Mckirdy per 20.500 euro e due ceramiche di Ettore Sottsass a un prezzo compreso tra 7 mila e 26 mila euro. L’arte ceramica giapponese é stata ben rappresentata nella proposta di Katie Jones con opere di Ayumi Shigematsu, Circuit bird (prezzo 4.800 sterline), Takayuki Sakiyama, l’artista che intaglia e scava le superficie delle sue creazioni creando delle opere che hanno lo scopo di evocare la potenza e la natura sublime del mare e delle sue correnti. La serie Choto ha un prezzo di 5.500 sterline. Infine, dell’artista Katsumata Chieko, Katie Jones proposte una scultura a un prezzo di 8 mila sterline. Per quanto riguarda le proposte di design, James (Francia) si é aggiudicato il premio quale miglior stand e, per quanto riguarda gli affari, le vendite sono andate a gonfie vele. Quasi tutte opere esposte nello stand sono state vendute ad eccezione di un paio di pezzi. Tra i deal conclusi va segnalata la vendita di un tavolo e una sedia di design brasiliano per 80 mila euro. La Galerie Downtown-Laffanour (Francia) ha venduto un palissandro di Rudy Ricciotti per 130 mila sterline. Rimaniamo in territorio francese con i risultati della galleria Oscar Graf che ha venduto una sedia di Christopher Dresser, ma non ha voluto dichiarare il prezzo, mentre la galleria ha venduto un’opera di Francois-Xavier Lalanne, Mouton de Laine (pecora) a un prezzo compreso tra 400 mila e 700 mila sterline. Interessanti anche le opere di arte tribale proposte e tra queste la galleria Lucas Ratton (Francia) ha venduto due tra i più importanti pezzi presenti nello stand, che comprendevano una statua Fang del Gabon, a un prezzo a sei cifre.

Maria Adelaide Marchesoni

Foto: Nacho Carbonell, Time Is A Treasure Group, 2013, Courtesy of Galerie BSL