E' stata presentata il 25 marzo 2017 presso Marsèll Paradise Milano la prima fragranza della linea Marsèll. Un progetto di profumo artistico con il contributo del Fragrance Cration Studio Flair di Parigi per la creazione dell'essenza e il Museo Carlo Zauli per lo sviluppo della custodia. Il progetto ceramico consiste in un oggetto-contenitore realizzato ispirandosi alle pratiche che caratterizzarono alcune delle tipologie di opere più importanti di Carlo Zauli, come i vasi sconvolti degli anni '70 o le decorazioni gestuali della fine degli anni '50. Un cubo in argilla nera del Belgio – conservata nelle cantine del museo a partire dagli anni ’80 e utilizzata da Carlo Zauli per alcuni dei suoi lavori più rilevanti dell’epoca – diviene involucro-scultura realizzato in un numero di pezzi unici pari a quello dei componenti della fragranza e in un’edizione speciale a tiratura limitata (50 pezzi). Tra le note di testa il pepe nero, tra le note di cuore il sandalo, lillà e tè verde, tra quelle di fondo il Suederal (nota cuoiata elegante), il legno di cedro dell’Atlas e il Labdano (nota d'incenso cuoiata).

March 25, 2017 was presented at Marsèll Paradise Milano the first fragrance for Marsèll line.

A project for an artistic perfume born from the collaboration between Fragrance Cration Studio Flair of Paris that created the fragrance and Museo Carlo Zauli that developed the casing. The ceramic project consists in a object-container realized drawing inspiration from the practices that characterized some of the most important artworks of Carlo Zauli such Vasi Sconvolti from the '70s or gestural decorations from the late '50s. A black clay Belgian cube (preserved in the museum's cellars since the '80s and used by Carlo Zauli for some of his most important works at the time) becomes casing-sculptures realized in a number of unique pieces equal to the number of the fragrance's pieces in a special limited edition (50 pieces). Among the head notes there's the black pepper, among the heart notes sandalwood, lilac and green tea, among the background the Suederal, the Atlas cedar and Labdanum.